Il D.E.C. Pensiero

  • Il bilancio del 2017 è che non c'è un bilancio

    Non c'è un bilancio, c'è un flusso.

    Un flusso di cose che accadono ogni giorno, fatti e parole.

    Apre BRICOMAN. Dice, che ti frega, quelli colpiscono solo elettrico e termoidraulica, mica è roba da magazzini edili. Poi guardi le case che si costruivano nel 2008 e quelle che si costruiscono adesso e capisci che magari non è così, che magari l'edile oggi è il rappezzo, il rifacimento, il lavoretto. Cioè le cose che si fanno con gli oggetti e i prodotti che vende anche Bricoman, e che se i magazzini non vendono anche quelle cose perchè le vende tutte Bricoman, a forza di dimagrire c'è da rimanerci secchi.

    Leggi di AMAZON, che ogni giorno compra una azienda e inventa una soluzione. Dice, che ti frega, quello è l'online, mica possono consegnare le cose che vendi tu. Poi vedi che consegnano di tutto e ti viene da pensare. E ti chiedi dov'è tutta quella gente che prima era nel tuo magazzino, e ti dici saranno mica tutti a pistolare su internet. Poi ti vieni in mente che su internet ci vai anche tu, e ti chiedi chi sia il pistola.

    Il tuo associato dice, facciamo il VOLANTINO, facciamo la promo ! Poi ci pensi che tutto il mondo è in promo, che il 30 per cento delle vendite si fa in promo, e ti dici ma se anch'io faccio la promo in che cosa mi differenzio dagli altri ? E' poi davvero la bacchetta magica, come può essere magica se ce l'hanno tutti ?

    Leggi del concorrente che parla di LOCATION e di LAYOUT, che è un po' come il volantino, dovrebbe risolvere tutto. Ristruttura il tuo punto vendita come dico io e vedrai che la Gdo e l'online ti faranno una pippa. Poi pensi che prima di metterti un vestito di solito ti chiedi dove devi andare, a una cerimonia o alla spiaggia, e di giorno o di sera, e che non esiste un vestito che vada bene per ogni occasione, e che forse prima di pensare a un layout vorresti sapere che cosa il cliente si aspetta di trovare, dovresti decidere che emozione gli vuoi dare. E allora pensi non è che qualcuno mi sta prendendo per il culo ?

    E pensi che è un mondo difficile, che corre veloce e non è di facile lettura, che occorre provare a capire, e per provare a capire occorre studiare, riflettere, pianificare. Occorre capire che la partita la giochi contro gente preparata e forte, e allora devi essere preparato e forte anche tu, e lo devono essere i tuoi compagni di squadra - e se tu non sei forte e loro non sono forti perdete di sicuro. Devi fare le scelte giuste, che se sbagli non c'è sempre un'altra possibilità, e nessuno che ti dica quali sono le scelte giuste, ma capisci che i soliti discorsi e le solite sciocchezze non ti servono a niente.

    Ti guardi attorno e ti gratti la testa, perplesso.

  • NOSTRADAMUS E LE PECORELLE : il senso di una aggregazione

    Il termine “ aggregazione “ deriva dal latino “ grex gregis “ – unire al gregge. E quindi aggregare significa unire al gregge, e perché ci sia un gregge ci devono essere le pecore, un pastore, un cane pastore e erba fresca a iosa. Erba fresca di questi tempi non ce n’è poi così tanta, mentre di greggi ce n’è una infinità, che si contendono più o meno gli stessi prati (...)

  • BILANCIO 2015 = + 3 KG !!!!!!!

    Ma oltre a questa fondamentale notizia, cari soci, andiamo a fare un bilancio di questo 2015 che sta velocemente tramontando, elencando i numeri principali: NUMERO SOCI : 158 ( + 35,8 % )  [...]

  • Produttori, distributori, casinisti, imbecilli e Woody Allen

    Il rapporto tra PRODUTTORI e DISTRIBUTORI dovrebbe essere estremamente chiaro. C’è chi produce, senza il quale chi distribuisce non distribuirebbe niente, e chi distribuisce ( e promuove, e funge da banca ), senza il quale chi produce non distribuisce niente. (...)

  • C’erano una volta i consorzi

    I Consorzi esistono da anni, e quasi tutti sono nati con una unica mission aziendale : sommiamo i nostri fatturati, strappiamo un prezzo da urlo ai fornitori, ammazziamo la concorrenza, e vivremo per sempre felici e contenti. (...)

  • Intervista ad Enrico Adinolfi su YouTrade di Maggio 2015

    Il direttore generale del sistema cooperativo nato in Emilia fotografa (senza peli sulla lingua) lo stato della distribuzione edile, insidiata dalla Gdo. E spiega perché la scelta è sparire o affrontare il nuovo mercato

  • Perché fare parte di un grande Consorzio?

    Le motivazioni per entrare in un Consorzio non possono più essere la ricerca del prezzo (ammesso che lo sia mai stato) e il presidio del territorio: la partita non è più locale ma è invece una partita a livello macro.