AREA RISERVATA
Ricorda l'accesso su
questo dispositivo

Valli Zabban Spa - Aetolia

Nata nel 1928, Valli Zabban è stata la prima azienda italiana nella produzione di emulsioni bituminose. Nel 2008 celebra il suo ottantesimo compleanno. Una storia unica, che merita di essere raccontata nelle sue tappe più significative.

L'azienda. Le strade moderne e Valli Zabban sono nate insieme. La Idrobitumi Zabban fu fondata a Bologna nel 1928. Un'azienda pionieristica, dato che all'epoca i procedimenti erano ancora rudimentali. La produzione, il trasporto e l'applicazione del bitume erano lontani dagli standard attuali. Bastava stendere, anche manualmente, il multistrato di emulsione bituminosa e di graniglie sulla massicciata stradale, per ottenere una pavimentazione in asfalto sintetico.
L'Impresa Edile Stradale Valli Giulio & C. nacque invece a Firenze, nel 1945. Le due aziende si fusero nel 1981, generando la Valli Zabban, il principale polo produttivo italiano specializzato nella trasformazione del bitume per pavimentazioni stradali e per le impermeabilizzazioni nell'edilizia.

Il gruppo. Nello scenario degli anni Ottanta, lo sviluppo aziendale reclamava nuovi partner e nuove sinergie strategiche. La sfida del mercato fu presto raccolta. Nel 1982 Valli Zabban entrò a far parte del Gruppo Pontello, poi affiancato dalla Calcestruzzi SpA. Nel 1995 una quota di minoranza fu ceduta all'Api. Quindi, nel 1998, la quota di maggioranza fu acquisita dalla Deutsche Morgan Grenfell Capital Italy. Dal 2004 il 100% del capitale della Valli Zabban appartiene alla General Beton Triveneta, società del Gruppo Tonon.

Gli stabilimenti. La direzione generale di Valli Zabban è a Sesto Fiorentino (Firenze) , mentre gli impianti produttivi sono dislocati a Vercelli, Salzano (Venezia), Bologna, Firenze, Arezzo, Perugia e Monterado (Ancona). Proprio quest'ultimo, avviato nel 1983, ha dato forte impluso alla crescita aziendale. L'incendio che lo distrusse nel 1999 fu un duro colpo ma Valli Zabban ha saputo risollevarsi da quelle ceneri, grazie alla volontà compatta di dirigenti, quadri e operai. Oggi lo stabilimento di Monterado è ritornato quello che era: il fiore all'occhiello di un'azienda protesa da ottanta anni verso l'eccellenza. Le sue due linee produttive dedicate alle membrane bituminose, totalmente automatizzate, sono in grado di produrre fino a 4.000 mq/h. Nello stabilimento di Monterado si trova anche il laboratorio di ricerca e sviluppo delle membrane, che assicura lo standard qualitativo del prodotto, mentre il laboratorio centrale del settore stradale, uno dei più attrezzati d'Italia, si trova presso lo stabilimento di Bologna.

Le certificazioni. Qualità è una parola chiave nella storia di Valli Zabban. Qualità dei prodotti, qualità dei servizi. Nel 1993 l'azienda, prima nel proprio settore, ha ottenuto dall'Istituto Bureau Veritas Certification la prestigiosa Certificazione di Qualità ISO 9001. Sono seguite la Certificazione di Qualità Ambientale ISO 14001 (rilasciata nel 2005) e la Certificazione di Sicurezza OHSAS 18001 (nel 2007) e la Certificazione Etica SA 8000 (nel 2009).
Traguardi importanti. Ma anche nell'anno del suo ottantesimo anniversario, Valli Zabban guarda al futuro. Perché la sua esperienza è soprattutto una straordinaria piattaforma da cui partire.
Valli Zabban: Ottanta anni avanti.

Per saperne di più sui prodotti di Valli Zabban Spa - Aetolia contatta i nostri rivenditori edili:


Lombardia
Bergamo
Brescia
Como
Mantova
Milano
Monza e della Brianza
Pavia
Sondrio
Varese

Emilia Romagna
Bologna
Ferrara
Forlì-Cesena
Modena
Parma
Piacenza
Ravenna
Reggio Emilia
Rimini

Sardegna
Cagliari
Nuoro
Oristano
Sassari
Sud Sardegna

Piemonte
Alessandria
Asti
Biella
Cuneo
Novara
Torino
Verbano-Cusio-Ossola
Vercelli

Veneto
Belluno
Padova
Treviso
Venezia
Verona
Vicenza

Toscana
Arezzo
Firenze
Grosseto
Lucca
Pisa
Siena

Umbria
Perugia

Liguria
Genova
La Spezia
Savona

Lazio

Valle D'Aosta
Aosta

Friuli Venezia Giulia
Pordenone
Udine

Trentino Alto Adige
Trento

Calabria
Vibo Valentia

Marche
Ancona
Fermo
Pesaro e Urbino

Abruzzo
L'Aquila
Teramo

Torna alla lista